Iperidrosi ascellare e palmare Milano: Infiltrazioni di tossina botulinica

La tossina botulinica è una neurotossina prodotta in natura dal batterio Clostridium botulinum. In ambito medico è applicata al trattamento di diverse patologie e viene utilizzata al fine di determinare un’interruzione dell’impulso che, dal nervo, consente la contrazione del muscolo. In ambito strettamente dermatologico, le infiltrazioni di tossina botulinica sono indicate ed utilizzate per trattare i casi di iperidrosi ascellare e palmare.

Iperidrosi

L’iperidrosi indica l’eccessivo lavoro delle ghiandole sudoripare, il quale provoca una sudorazione eccessiva localizzata nelle aree ascellari, palmari e della pianta del piede. Tra i fattori che determinano questo eccesso di secrezioni ci sono:

  • variazioni di temperatura
  • stimoli esogeni
  • stimoli endogeni.

Questa patologia è quasi sempre invalidante a livello sociale e psicologico e spesso degli interventi topici a base di creme e agenti traspiranti solo in pochi casi apportano dei sostanziali miglioramenti. Dal punto di vista della terapia, per curare l’iperidrosi si parte dall’utilizzo della tossina botulinica, il cui principio di base è quello di paralizzare le ghiandole sudoripare. I risultati sono promettenti, ma non definitivi: il paziente supererà il problema delle mani sudate per circa 4-6 mesi e quello legato alla sudorazione ascellare fino ad un massimo di 6 mesi.

Informazioni e prenotazioni

    Sidebar