Cheratosi Milano: Laser e trattamento

La cheratosi è una patologia della cute che comporta un ispessimento dello strato corneo dell’epidermide dovuto ad un processo di cheratinizzazione anomalo. La cura è strettamente legata alla sua specifica manifestazione. Infatti, ne esistono diversi tipi: la cheratosi attinica, la cheratosi seborroica e la cheratosi pilare.

Cheratosi attinica

La cheratosi attinica è chiamata anche cheratosi solare cheratosi senile e si manifesta nelle aree maggiormente interessate dall’esposizione volontaria o involontaria alla luce solare: viso, cuoio capelluto, gambe, braccia e mani. Essa è facilmente riconoscibile dall’occhio attento del Dermatologo Milano in quanto la zona colpita è interessata da lesioni squamose e da papule grigie o gialle con un contorno rosso. Sebbene siano quasi del tutto asintomatiche, se non in alcuni casi che diventano fonte di prurito, queste lesioni sono da tenere sotto controllo perché potrebbero trasformarsi in neoplasie.

Cheratosi attinica: qual è la terapia?

Per la cheratosi attinica la cura è definita dallo specialista nel corso di un’attenta visita che valuta lesioni e area e definisce la terapia più giusta: asportazione, crioterapia o laserterapia. Il laser applicato alle cheratosi permette di ottenere dei risultati estremamente soddisfacenti: esso è utilizzato soprattutto per le lesioni localizzate sul cuoio capelluto e sul volto, aree estremamente delicate sia a livello di tessuti che a livello estetico. Il laser CO2 permette di generare il surriscaldamento della lesione grazie ad un raggio ad anidride carbonica che porta ad ebollizione il contenuto acquoso delle cellule, facendole esplodere selettivamente.

Cheratosi seborroica

La cheratosi seborroica è un’altra forma molto comune. Sebbene sia molto frequente e paragonabile ad una verruca, non è preoccupante e nella maggior parte dei casi arreca dei danni solo a livello estetico, motivo per il quale solitamente si cerca un modo per rimuoverla.

Cheratosi seborroica: cura e terapia

Cura e terapia della cheratosi seborroica prevedono la rimozione della stessa: asportazione chirurgica, diatermocoagulazione, crioterapia, laserterapia. Tra i vari trattamenti, la laserterapia risulta essere il metodo più valido, veloce e dai risultati migliori. In molti casi, non è necessario ricorrere nemmeno all’anestesia locale durante il trattamento della verruca seborroica. Il laser non lascia cicatrici o segni visibili sulla pelle: un raggio colpisce l’area di interesse, eliminando soltanto le cellule con le papule.

Cheratosi pilare

La cheratosi pilare cheratosi follicolare è una patologia benigna molto comune dovuta ad una produzione anomala di cheratina localizzata ai follicoli piliferi. La cute assume il fastidioso aspetto a “pelle di gallina” e può essere interessato anche da papule di colore rosso. È raro ricorrere a terapie specifiche per questo tipo di lesione che non siano a base di lozioni per uso topico: prodotti idratanti, gel a base di acido salicilico o creme con sostanze cheratolitiche.

Informazioni e prenotazioni

    Sidebar